Lasciti testamentari

Il lascito testamentario è un tipo di donazione che nasce dalla fiducia che una persona nutre verso la Fondazione Sa Sartiglia, con la volontà di confermare il senso di appartenenza alla comunità e contrinuire attivamente alla crescita e allo sviluppo ulteriore della manifestazione, compiendo un gesto di attenzione che sarà per sempre riconosciuto e ricordato.
Il testamento è l'atto con il quale si dispone la devoluzione ereditaria di tutti i propri beni o di parte di essi. 
Nel caso non esistano parenti, il tuo patrimonio finirebbe allo Stato; puoi in alternativa - per tuo volere e libera scelta - destinare tutti i tuoi beni o parte di essi a un ente benefico di rilevanza sociale .
Nel caso invece vi sia l'esistenza di legittimari (coniuge, figli, e in assenza dei figli i genitori del defunto) puoi decidere di donare la "quota disponibile" del tuo patrimonio, cioè la parte di Si può disporre di un lascito in qualsiasi momento della tua vita, e il tuo testamento può essere riscritto e modificato tutte le volte che serve per necessità o volere.

Il lascito può essere di piccolo o grande importo. Una donazione può essere in denaro, di un immobile, di un oggetto di valore o di una polizza assicurativa sulla vita (l'importo dell'assicurazione sulla vita non fa parte del patrimonio ereditario e può essere intestata a beneficio di un'istituzione benefica). 

Dopo la scomparsa del testatore, il documento dovrà essere consegnato al notaio che provvederà alla sua pubblicazione e solo allora il testamento produrrà effetti giuridici.


LE FORME DI TESTAMENTO

Le forme più diffuse di testamento sono:

IL TESTAMENTO OLOGRAFO
Per redigere il testamento olografo basta un qualunque foglio sul quale si scrivano di proprio pugno le disposizioni; il testamento per essere valido deve contenere la data (giorno, mese ed annoe la firma (nome e cognomeIl testamento olografo deve essere scritto interamente a mano.
Custodia: poiché il testamento olografo può essere smarrito o sottratto, è consigliabile stendere un originale, e depositarlo fiduciariamente presso un notaio.

IL TESTAMENTO PUBBLICO
Il testatore, cioè colui che intende "fare un testamento", in presenza di due testimoni dichiara al notaio la sua volontà, la quale viene scritta a cura dello stesso. Sarà poi il notaio a conservare il testamento nei propri atti.

MODIFICA DEL TESTAMENTO
Il testamento può in ogni momento essere modificato o revocato

Si ritiene valido sempre quello redatto in data più recente
Si può sostituire un testamento olografo con uno pubblico e viceversa.

Le modifiche di un testamento olografo per essere valide devono essere sottoscritte (va aggiunta una nuova firma).

  • scritte di proprio pugno;
  • datate (giorno, mese e anno);

Nel redigere o modificare un nuovo testamento è opportuno dichiarare sempre che si revocano il/i testamento/i precedente/i (es: "... il presente sostituisce e annulla i precedenti ...")

REVOCA
Il testamento rimane sempre valido fino a quando non viene revocato espressamente (es: "… il presente sostituisce e annulla i precedenti, e in particolare il testamento scritto in data …") o implicitamente (per incompatibilità) con un testamento scritto in una data posteriore (più recente).


ESECUTORE TESTAMENTARIO
Chi stipula un testamento può nominare tra le persone di sua fiducia un "esecutore testamentario", vale a dire una persona di fiducia che verifichi che le disposizioni di ultima volontà siano eseguite correttamente Può essere esecutore anche un erede o un legatario.

LE IMPOSTE
Tutti i lasciti testamentari e le donazioni in favore della Fondazione Sa Sartiglia Onlus sono esenti da ogni imposta.

Siamo a disposizione per incontrare personalmente donatori interessati a questa tipologia di sostegno; per chiedere o ricevere informazioni è possibile contattarci alla mail info@sartiglia.info o al numero 0753302481

Aggiornamento al: 
12/07/2017


Realizzato da Web Emozionale